Come mantenere al meglio la tua piscina

Come mantenere al meglio la tua piscina

Avere una piscina significa avere un luogo privilegiato in casa dove potersi rilassare da soli o con gli amici. Tuttavia è anche importante mantenere al meglio la propria piscina interrata, che è anche molto delicata e si può sporcare facilmente. Una volta fatto un investimento come una piscina interrata è bene cercare di prendersene cura al meglio e curarlo per fare sì che sia sempre al massimo. 

La piscina interrata infatti è molto delicata ed ha un equilibrio da preservare per poterla godere sempre al meglio. È necessario sapere quali sono le regole della sua manutenzione sia in stagione di pieno utilizzo cioè in primavera ed estate, che in stagione di chiusura. Avere e mantenere una piscina infatti richiede un impegno non sempre indifferente e bisogna sempre tenere sotto controllo la qualità dell’acqua e la sua pulizia. Non solo, la piscina deve essere sempre adeguatamente controllata per evitare che si possa rovinare o sporcare eccessivamente. 

Quello che vi serve è una guida completa alla manutenzione della piscina interrata per tenerla sempre in perfetta efficienza, pulita, pronta da usare. Da anni ci occupiamo della gestione e posa di piscine interrate e siamo pronti a darvi i migliori consigli per poter mantenere perfetta anche la vostra. Se vi serve una consulenza in materia piscina, siamo a disposizione per ogni evenienza, contattateci pure. 

Mantenere pulita l’acqua della piscina

Uno dei punti fondamentali per la manutenzione della piscina interrata è la gestione dell’acqua che deve essere sempre pulita. Mantenere l’acqua della piscina pulita può sembrare semplice ma non lo è sempre. Infatti la pulizia dell’acqua richiede di seguire operazioni di ricircolo idrico, disinfezione dell’acqua e lavaggio dei filtri. Quanti controlli richiede l’acqua della piscina? Il numero di controlli varia a seconda della stagione. Durante l’inizio di stagione, marzo aprile e maggio, è bene controllare l’acqua ogni 3-4 giorni. A giugno, luglio, agosto è bene controllarla ogni due giorni. 

Per mantenere sempre perfetta e pulita l’acqua, ogni giorno bisogna provvedere alla pulizia per mezzo di robot e/o retino. Attenzione anche al PH dell’acqua che deve mantenere un valore ideale fra 7.2 e 7.4 per poter essere sempre al meglio. L’acqua deve essere sempre disinfettata per mezzo di pastiglie a base di cloro, ossigeno, bromo. Il controlavaggio dei filtri va fatto almeno ogni 2-3 settimane. 

Come si misurano i valori dell’acqua? Si possono usare delle apposite stick reagenti a lettura comparativa, che sono economiche e semplici da usare. Altrimenti anche un fotometro elettronico consente di misurare rapidamente i valori dell’acqua senza troppi problemi. 

La piscina deve essere continuamente riempita con acqua pulita, possibilmente di acquedotto. In ogni caso c’è spesso bisogno di fare anche la sua disinfezione per eliminare batteri e corpi estranei che possono entrare in piscina quotidianamente. I prodotti chimici dipendono dal tipo di piscina, quindi bisogna valutare meglio quale sia la soluzione più efficace e sicura per mantenere sempre pulita l’acqua. In genere si utilizzano: 

  • cloro: il prodotto più comune. Economico, è immesso in forma di pastiglie o liquido nell’acqua. 
  • Bromo. Ha diversi vantaggi, non ha odore e non ha caratteristiche corrosive come il fluoro. 
  • Raggi UV. Si tratta di un metodo di disinfezione dell’acqua alternativo al cloro, non usa prodotti chimici. L’energia UV uccide la maggior parte dei batteri e delle alghe. 
  • Ozono. Un trattamento di disinfestazione dell’acqua più costoso ma sicuramente molto più efficace. 

La cura della piscina quando non si usa

La piscina interrata ha bisogno di continue cure anche nei mesi in cui non è usata, quindi in autunno. Quando finisce la stagione dei bagni è bene cominciare a predisporre la piscina per la stagione invernale. Bisogna evitare che subisca danni a causa di freddo, gelo, neve, perché potrebbero costare molto cari in termini di manutenzione quando si procederà alla riapertura. 

Ricordate che i peggiori nemici della piscina sono la salsedine, la muffa, il gelo che possono causare danni alla struttura ed al rivestimento. La piscina comunque non dovrebbe mai essere svuotata del tutto neppure in inverno. Infatti la totale mancanza di acqua potrebbe alterare la struttura a causa delle pressioni esterne. Inoltre potrebbero causarsi dei rigonfiamenti in alcuni tipi di piscine, formazione di muffa, macchie. 

Prima di chiudere la piscina per la stagione fredda è bene pulire con il robot il fondo della piscina e pulire il prefiguro. I filtri vanno puliti con la massima cura prima della stagione invernale. Se si ha a disposizione, come sarebbe bene, la copertura invernale, è ora di stenderla sulla piscina, rimuovendo scalette ed ogni parte asportabile. 

Noi consigliamo sempre l’uso della copertura in PVC invernale perché garantisce davvero la massima protezione della struttura durante i mesi freddi. La copertura protegge la piscina evitando la formazione di alghe e di batteri, la preserva da animali, sporco, polvere e foglie. Le coperture di sicurezza sono anche una garanzia contro cadute accidentali all’interno della piscina, se supportano il peso di una persona. Con la copertura si ha la massima garanzia di protezione della piscina ma anche delle persone e degli animali domestici. 

Preparare la piscina per l’estate 

Quando arriva la bella stagione (ma in realtà già in primavera) è tempo di cominciare a preparare la piscina per l’estate. Bisogna fare poche ma significative operazioni per la pulizia della piscina e la sua preparazione all’uso. Innanzitutto bisogna pulire il solarium, ovvero la zona attorno alla piscina, per non rischiare di farlo dopo sporcando l’acqua. La copertura in PVC invernale va finalmente tolta e va tenuta pulita ed asciutta per il prossimo inverno. Se si può staccare, va asciugata perfettamente e poi riposta per usarla a fine stagione. 

Gli impianti della piscina interrata vanno quindi rimessi in funzione. Si deve procedere ad un check-up di tutte le strutture e di tutti gli accessori, al controllo dei filtri e degli impianti. L’impianto va acceso in primavera per controllare che tutto funzioni bene e per verificare se ci sono anomalie, rumori, problemi vari. In questo modo se ci sono problemi si ha tempo di intervenire prima che arrivi l’estate. 

A questo punto l’acqua va riempita e si procede al controllo della purezza dell’acqua e della sua sicurezza. Grazie alla copertura invernale comunque la maggior parte dei problemi di sporcizia sarà rimosso, comunque bisogna sempre disinfettare e preparare l’acqua con cloro o altri disinfettanti di vario tipo. A questo punto la piscina è pronta per l’uso. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *